Primavera alle porte, è l'ora delle pulizie anche per la tua auto!

L'arrivo della bella stagione scatena spesso la voglia di rinnovarsi e di rinnovare le cose che ci stanno intorno. Non solo la casa, i cassetti e gli armadi necessitano - dopo l'inverno - di una approfondita pulizia e riorganizzazione: anche l'automobile potrebbe avere bisogno di una revisione approfondita, a cominciare dalla manutenzione, per terminare con l'igiene dell'abitacolo e la pulizia della carrozzeria. In che modo, in questo caso, sarà meglio intervenire? 

Depositi di sale e incrostazioni

Se l'inverno è stato molto rigido e la tua auto si trova spesso fuori dal garage durante la notte, è probabile che alcune incrostazioni abbiano intaccato la bellezza della sua carrozzeria. Specialmente in alcuni punti, come il sottoscocca, è facile che si depositino neve, ghiaccio e sali minerali. In questi casi è meglio non intervenire con le maniere forti, per evitare che sfregamenti e strumenti di rimozione danneggino la vernice e parti metalliche. Meglio utilizzare, in questi casi, un po' di acqua calda: versala direttamente sull'incrostazione e lasciala agire, poi risciacqua con altra acqua calda. Nel caso in cui la fase del lavaggio si svolga presso un servizio automatico, inoltre, sarà necessario integrare questo procedimento con la pulizia manuale delle parti più difficili, come guarnizioni, rientranze, scanalature e simili. Questo sarà anche il momento di verificare la presenza di parti scrostate o ammaccature sulla carrozzeria: meglio intervenire subito, per evitare la formazione di ruggine. Puoi utilizzare, allo scopo, un'apposita penna per i ritocchi della carrozzeria e sigillare il tutto con la cera. Per i danni più consistenti, invece, meglio rivolgersi all'esperienza e agli strumenti tecnici di un professionista, che riporterà la carrozzeria al suo originario splendore.

Usa gli strumenti giusti

Il segreto per un lavoro impeccabile, senza danni per la carrozzeria, è l'utilizzo degli strumenti giusti: meglio utilizzare spazzole morbide e spugne anti-graffio. Per l'asciugatura, infine, può essere utile il classico straccio in pelle di daino o un morbido panno in microfibra asciutto, che rende più facile evitare la formazione di aloni. 

Non dimenticare i vetri e i tergicristalli

I vetri meritano una pulizia accurata, interna ed esterna. Puoi utilizzare acqua saponata e una spazzola, risciacquando il tutto con acqua pulita e ultimando l'operazione con uno panno asciutto o carta di giornale. All'interno, invece, si potrà utilizzare un semplice detergente apposito e un panno pulito a prova di aloni. Non dimenticarti di verificare lo stato delle spazzole tergicristalli, che devono essere cambiate periodicamente per assicurare sempre l'ottimale funzionalità.

Come pulire gli interni

Per una perfetta pulizia degli interni è buona cosa, innanzi tutto, aprire tutti gli sportelli e il bagagliaio per consentire il completo ricambio d'aria, in modo da eliminare i cattivi odori, ma anche favorire la scomparsa di umidità e prevenire la formazione di muffe. I tappetini e le fodere dei sedili, se rimovibili, andranno lavati accuratamente con acqua e sapone e lasciati asciugare al sole. Gli interni potranno essere puliti con appositi detergenti non abrasivi e asciugati con un panno pulito: bandito, invece, l'utilizzo di qualsiasi solvente. Infine, per una pulizia ancora più approfondita, i punti più difficili da raggiungere, la moquette e le imbottiture dei sedili possono essere pulite con un'aspirapolvere al massimo settaggio di potenza aspirante. Questo è anche il momento di provvedere al bagagliaio: svuotalo, aspira con cura la polvere con un bidone aspira-tutto e, se necessario, foderane il fondo con un telo cerato per evitare che l'utilizzo usuri troppo i rivestimenti.

Non tralasciare la cura degli accessori

Fare le pulizie di primavera per l'automobile non significa solo dedicarsi all'igiene, ma anche alla sicurezza del veicolo. La fine dell'inverno può essere il momento giusto per effettuare un controllo sulle gomme: verifica che siano gonfie e integre, ma soprattutto che non sia arrivato il momento di sostituirle e comprarne di nuove. Per garantire la sicurezza, infine, ricordati di provvedere alla manutenzione degli accessori indispensabili, come le catene da neve: ora che la stagione più rigida è ormai alle spalle, occorre conservarle osservando le giuste precauzioni. Lavale con acqua calda e sapone, lasciale asciugare con cura e termina la fase di asciugatura con un panno asciutto o imbevuto di qualche goccia di olio minerale.